È davvero complicata la solitudine, è un misto di orgogliosa libertà e disperato sconforto.

Lo sappiamo tutti, l’uomo è un animale sociale che avverte il bisogno di stare vicino agli altri uomini unendosi e creando delle forme associative. Oggi siamo chiusi nelle quattro mura domestiche, chi con la propria famiglia, chi da solo… ed è proprio il vivere da soli che ci può rendere molto tristi.
La condivisione e l’aggregazione con gli altri ci permette di rafforzare i legami sociali, di migliorare il nostro stato d’animo e di conoscere meglio noi stessi.

In piena emergenza Coronavirus, facciamo i conti anche con questa preoccupazione: lo stare da soli che porta a solitudine e stress. Si, perché è proprio nei momenti di difficoltà che ci rifugiamo nell’altro, abbiamo bisogno di raccontarci e condividere. Ma oggi no. Non possiamo farlo. No agli abbracci, no ai baci, no alla stretta di mano. Fermiamoci e cerchiamo di tenere le giuste distanze fisiche, per noi, per tutti.

Questa situazione inevitabilmente produce sul nostro organismo frustrazione, noia, paura, rabbia…minacciando il nostro benessere e la nostra salute.

E allora reagiamo, cerchiamo di capire che questa solitudine mista a stress può diventare un MOMENTO DI ARRICCHIMENTO PERSONALE. Un momento per noi. Un momento per riprenderci i nostri spazi. Un momento per capire cosa davvero è importante.

Ma come?

La società di oggi ci mette a disposizione una serie di strumenti in grado di aiutarci a mantenere stretti i rapporti sociali. I tanto criticati Social Network sono oggi, una fonte immediata di relazioni, di supporto e di solidarietà. Facebook, Instagram, Skype, WhatsApp, Twitter, etc possono rendere le persone più felici e meno sole perché, grazie all’impatto diretto con immagini e video, abbiamo la sensazione di avere di fronte persone reali. E allora al via a videochiamate di ore, aperitivi virtuali e feste di compleanno a distanza.

Una ricerca californiana ha messo in luce che i social media possono essere davvero un supporto benefico per i contatti relazionali di una persona, solo quando i partecipanti li usano per incontrare i propri figli, famigliari o amici stretti.

social-networkMa attenzione «È necessario riuscire a comprendere i cambiamenti strutturali e culturali derivanti dalla tecnologia e dall’uso dei social media. Non si conosce abbastanza bene il loro effetto sulla solitudine. Infatti le prove di efficacia degli interventi sulla solitudine sono state costruite attraverso ricerche su piccoli campioni di persone, in mancanza di una cornice teorica precisa, selezionando gruppi non chiaramente definiti, utilizzando misurazioni eterogenee di solitudine, e con periodi di follow-up troppo brevi. Di conseguenza, le associazioni di volontariato e i governi hanno avviato programmi spesso inadeguati e basati su prove di efficacia insufficienti. Gli elementi cardine degli interventi dovrebbero essere identificati, così come la loro intensità ottimale, la frequenza e la durata».
Linda Fried, dell’Institute of Public Health della Columbia University (Usa), in una corrispondenza alla rivista The Lancet, dice che le potenzialità di questi nuovi mezzi devono ancora essere completamente esplorate.

Altra regola che si può adottare per far fronte a questo senso di stress e solitudine, è quella di seguire una routine quotidiana in cui devono trovare posto le necessarie ore per il sonno, l’alimentazione, l’attività fisica.

Questo è davvero fondamentale per il vostro benessere psico-fisico!!!!

E chissà che questi momenti così solitari possano trasformarsi in attività creative, ecco qualche suggerimento:

 

Non esiste la solitudine. Stai sempre preparando un incontro con qualcuno là fuori anche se non lo sai... – Fabrizio Caramagna

 

Fonti:

Corriere della sera;
La solitudine: forme di un sentimento: saggi psicologici e psicoanalitici a cura di Enzo Morpurgo, Valeria Egidi Morpurgo

Scopri un prodotto utile per il tuo RILASSAMENTO

vagostabil

RILASSAMENTO

vagostabil® è utile a contrastare preoccupazioni, tensione nervosa, irritabilità e agitazione in modo totalmente naturale. La sua azione clinicamente provata aiuta anche nelle manifestazioni correlate, come palpitazioni nervose e malessere gastrointestinale. Indicato quando le difficoltà e lo stress si accentuano, vagostabil® favorisce il rilassamento e un maggior benessere psicofisico.